“… già con Kant viene superata definitivamente l’impostazione millenaria (fin da Platone) che contrappone Soggetto e Oggetto, Uomo e Mondo (o realtà così com’è). Kant da quasi trecento anni ci dice che all’uomo non è dato conoscere la realtà così com’è, può solo conoscere fenomeni. La fisica del Novecento ci ricorda che quando osservo l’elettrone (la realtà in sé) lo modifico. La medicina omeopatica, inaugurata in pieno kantismo, può essere intesa adeguatamente dalla scienza se vengono assunti e compresi i presupposti epistemologici su cui si fonda la sua pratica. Il medico non può fare scienza se non conosce l’episteme, cioè se non conosce ciò per cui fa conoscenza e se non conosce la storia della conoscenza e non è adeguatamente informato su come procedere per fare conoscenza, quindi scienza”.

Dr. Franco Cirone – medico chirurgo, specialista in Omeopatia e Omotossicologia