“…penso che la strada intrapresa sia quella corretta per sostenere la medicina omotossicologica. Gli ostacoli, che pur sono da considerare, credo si possano rimuovere non con azioni drastiche ma con pazienza, costanza e perseveranza: gutta cavat lapidem non vi, sed saepe cadendo (la goccia perfora la pietra non con la forza, bensì con il continuo stillicidio). Questa è la forza di chi sa di essere nel giusto”.

Dr.ssa Aida Di Censo – medico chirurgo, specialista in Patologia clinica, Ematologia e Reumatologia