“…c’è un tempo del paziente, protagonista del proprio dolore, e un tempo del medico, che questo dolore lo legge e interpreta. Questa è l’Omotossicologia: non mera assunzione farmacologica, ma uno scambio empatico in un contesto bio-psico-sociale”.

Dr.ssa Maria Letizia Primo medico chirurgo, specialista in Psichiatria, docente A.M.I.O.T. (Associazione Medica Italiana di Omotossicologia)