“… riconsiderazione del malato nella sua globalità, complessità e nel suo essere uomo, che ricerca sempre nell’altro la considerazione e vuole essere ascoltato; condizioni oramai impossibili da raggiungere con l’enorme superficializzazione della medicina allopatica”.

Dr.ssa Monica Folgora – medico chirurgo, specialista in Scienza dell’Alimentazione